• Laurea triennale in scienze delle attività motorie e sportive;
  • Ex-ginnasta di serie a1 di ginnastica artistica;
  • tecnico di i livello gaf;
  • docente tirocinio formativo "ginnastica artistica" presso la facoltà di scienze motorie g. d'annunzio di chieti. 

 

  •  Laurea Triennale in Scienze delle Attività Motorie e Sportive;

  • Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate;

  • insegnante di educazione Motoria nella Scuola Primaria per i Progetti Coni-Miur;

  • Insegnante di Scienze Motorie nella Scuola Secondaria;

  • Docente Tirocini Formativi "Attività Motoria di base nell'Infanzia" e "Ginnastica Artistica" presso la Facoltà di Scienze Motorie G. D'Annunzio di chieti;

  • Docente Formatore corso di Motricità di Base presso training lab italia;

  • Consultant Motor Skills;

  • Allenatore di Calcio Uefa B.

Di Meo Emanuele

Responsabile Formazione - Istruttore Settore Motricità

Pentassuglia Silvia

Responsabile Tecnica - Istruttrice Settore Ginnastica Artistica

Team building

La Nostra Storia

La Virtus Chieti nasce nel Giugno del 2015 con l'intento di promuovere l'attiva sportiva, in particolare nel mondo del calcio. 
Tuttavia gli orizzonti mutano presto e dal 2016 inizia a muovere i primi passi nel mondo della Motricità di Base e della Ginnastica Artistica, grazie alla fusione di esperienza e sinergia di competenze tra il Prof. Di Meo Emanuele e la neo ex - Ginnasta di Serie A1 Pentassuglia Silvia, mentre continua senza sosta l'affermazione nella Gestione di Centri Estivi.
Il 2016 è anche l'anno in cui la Virtus entra a far parte degli enti che promuovono, all'interno dell'offerta formativa
della Facolta di Scienze Motorie di Chieti, i Tirocini Formativi per i Laureandi del 3° anno Triennale. 
Nel 2017 l'Associazione conta circa 7 bambine iscritte al primo e unico corso esistente di Ginnastica Artistica, nel 2018 sale a 35, nel 2019 più che raddoppiando arriva a 80 e nel 2020 supera quota 125 atleti.
Dal 2019 la Virtus è anche tra le
Docenze di Corsi di Formazione per le Scienze Motorie in ambito Motricità di base.

Staff Skills

Sebbene l'Associazione sia in campo solamente dal 2015, i componenti dell'attuale Staff possiedono un Expertise ed un Curriculum decisamente più importante, definito da precedenti esperienze lavorative che ne hanno determinato l'acquisizione di Competenze ultraspecializzate.
 

Prof. Di Meo Emanuele
Best Skills:

Organizzazione e Gestione di gruppi di lavoro;

Motricità e Attività Motoria di Base;

Consulenza, Problem Solver e Broker nel Settore Sviluppo Capacità Motorie nell'eta Evolutiva.


Dott.ssa Pentassuglia Silvia
Best Skills: 

Ginnastica Artistica;

Motricità di Base;

Coordinamento e Gestione Staff. 

Esperienze

La somma delle esperienza lavorative accumulate in questi anni, che si rende tale quando più Competenze Intertrasversali si combinano all'interno di uno Staff, sono molteplici.
Nei primi 10 anni di professione attraverso

la ginnastica artistica, la motricità, la scuola calcio, la gestione di centri estivi, l'Insegnamento presso ogni scuola di ordine e grado sono stati circa 5.000 i bambini con i quali lo staff, singolarmente o contemporaneamente, è entrato in contatto.
Il numero assume valore se relazionato al confronto avvenuto con altrettante combinazioni di risultanti motorie: 5.000 diverse sintesi di capacità, abilità sviluppate, predisposizioni sportive e caratteristiche psico-sociali che hanno generato numerossime pregrammazioni e metodologie di lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Metodologia

Il Metodo di Insegnamento utilizzato si base essenzialmente su quattro aspetti: Conoscenza, Analisi, Progettazione e Ricondivisione. 

  1. Conoscenza della basi teoriche e delle evidenze scientifiche dalle quali partire ma anche conoscenza intesa come processo, all'interno del quale il bambino va osservato e a cui va concesso il tempo necessario all'ambientamento.
  2. Analisi delle caratteristiche psico-sociali del bambino, del proprio bagaglio motorio, delle capacità potenziali e degli schemi motori acquisiti in forma stabile.
  3. Progettazione del lavoro da svolgere, condivisione con lo Staff della strada da percorrere e differenziazione degli interventi educativi sulla base dell'età e del gruppo di appartenenza. Ogni meta possiede il proprio sentiero. 
  4. Ricondivisione perchè durante il percorso non esiste esclusivamente l'istruttore, il gruppo ed il lavoro con esso svolto, ma è sempre necessario ricondividere con lo Staff e con il Direttivo Didattico quanto portato avanti, affinchè i feedback e le correzioni da apportare possano essere sempre efficaci ed efficienti. 

 

 

 

gallery

DICONO DI NOI

gallery/arancione
gallery/di meo emanuele presidente
gallery/responsabile tecnico pentassuglia silvia

curriculum visual

recensioni social